Home Unibg Ipsos EcodiBergamo

Per una Bergamo che cambia

L'area del vecchio ospedale di Bergamo, in largo Barozzi

Bergamo «Città che cambia»? Si, Bergamo è una città in continuo movimento, una città arroccata sulle proprie tradizioni a volte, ma anche una città che vive di uno spirito decisamente attivo ed impossibile da arrestare. Nel nostro percorso abbiamo così provato a vedere in che direzioni Bergamo ed il suo hinterland si stanno muovendo, cercando [...]

Come cambiare la città? Ecco le vostre proposte

Un panorama di Bergamo

Una città che cambia. Anzi, che è già cambiata. Se in passato si è sempre ragionato su un capoluogo avulso dai paesi che gli facevano corona, ora la tanto agognata (politicamente e amministrativamente parlando) «Grande Bergamo» è già nei fatti. Ogni giorno 48 mila persone entrano in città per lavorare, prevalentemente dai comuni della prima [...]

«Servono nuove idee per la città del futuro»

Una veduta di Bergamo dall'alto

Prima che le opere le idee. «In questo Paese serve un cambiamento culturale» è la riflessione di Giuseppe Marinoni, autore del masterplan di Porta Sud. Un nuovo atteggiamento per «la città che cambia», tema del secondo modulo de L’Eco Lab, le cui conclusioni sono state presentate martedì 19 marzo al Centro Congresso Giovanni XXIII. Sul [...]

Rivalutare i contenitori deve avere senso

L'area del Montelungo

Sempre nel tema della rivalutazione degli spazi e delle soluzioni concrete per una città che cambia abbiamo voluto ascoltare un esperto nel campo edile : l’ingegner Giulio Pandini dell’Impresa Pandini di Bergamo. Secondo l’imprenditore i punti nevralgici di Bergamo, restano fermi sui due edifici della caserma di Montelungo e gli Ospedali Riuniti. Entrambi, cita l’ingegnere, [...]

I giovani di «Erasmus»: «Bergamo realtà morta»

Un panorama di Bergamo Bassa vista dalla Torre dei Caduti

L’ Università di Bergamo ha contribuito alla visione di una “città che cambia” prendendo spunto dalle opinioni degli studenti che stanno intraprendendo l’esperienza Erasmus , in modo da confrontare Bergamo con le città ospitanti. I Paesi che hanno accolto i nostri studenti sono in maggioranza Europei: Germania, Austria, Spagna, Portogallo e Paesi Bassi e alloggiano [...]

«Non lasceremo abbandonati i Riuniti»

L'area del vecchio ospedale di Bergamo, in largo Barozzi

«L’area dei Riuniti non resterà abbandonata, su questo voglio essere chiaro». Al punto che «se dovesse fallire la seconda gara per la vendita dell’area abbiamo già pronto un piano B». Ma Andrea Pezzotta, assessore all’Urbanistica, è moderatamente ottimista sul futuro dell’area di largo Barozzi. «Questa è un’operazione strategica per la città e per questa amministrazione. [...]

 

Per votare devi accede al sito

Devi effettuare il log in per votare questo commento.

Se non hai ancora un account puoi registrarti gratuitamente.